La sauna ghiacciata


Crioterapia sistemica, Whole Body Cryotherapy o WBC è una particolare tecnica crioterapica impiegata per lo più in ambito estetico e sportivo, anche se, ultimamente, diversi medici ne propongono un utilizzo anche in ambito medico. Essa può essere effettuata mediante l’utilizzo della criosauna Cryolife. La sauna ghiacciata nasce in Giappone nel lontano 1978 per curare l’artrite, si è evoluta nel tempo dopo anni di sviluppo e studi scientifici per contrastare dolori e infiammazioni croniche, per rilassare la muscolatura al termine di un allenamento e donare una linea più snella e senza cellulite.

700calorie

Ogni seduta ha un consumo che oscilla dalle 600 alle 700 calorie.

180secondi

Una seduta dura dai 120 ai 180 secondi, dipende esclusivamente dalla resistenza del cliente.

In cosa consiste


Una seduta breve ma dagli enormi benefici, diffusa tra i più importanti atleti (squadre NBA , Cristiano Ronaldo in prima fila) e celebrità (tra gli addicted Carla BruniJessica StamJessica AlbaJennifer Aniston ecc…). Massimo 180 secondi, in una capsula metallica dalla quale fuoriescono spalle, collo e testa, al cui interno, viene vaporizzato azoto liquido ad una temperatura compresa tra i 120 e i 180 gradi sotto zero, un gas che evapora creando così un ambiente secco e asciutto. Non essendoci umidità, che è la componente maggiormente fastidiosa, il trattamento risulta estremamente piacevole e delicato.

-190gradi

Il freddo, da -180 a -190 gradi, è sopportabile e la temperatura che il corpo effettivamente percepisce è di circa -15 gradi rispetto quella basale.

Tessuto adiposo e criolipolisi


Cryolife si basa sul principio termico secondo il quale il grasso va incontro a riduzione, se “congelato“. In questo modo, le cellule adipose che si trovano nel tessuto sottocutaneo, essendo sensibili al raffreddamento, sono sottoposte ad un processo di cristallizzazione, a cui segue una lisi spontanea, lenta e graduale. La morte delle cellule adipose “danneggiate” dallo stress termico provoca l’attivazione dei processi infiammatori, la “digestione” del tessuto grasso e la liberazione dei lipidi contenuti nelle cellule adipose degradate in 2-8 settimane. Quest’ultimi vengono trasportati dal sistema linfatico per essere processati ed eliminati, come succede ai grassi del cibo. Nei mesi successivi al trattamento, i frammenti adipocitari vengono eliminati naturalmente per via fisiologica (attraverso il sistema linfatico, il canale gastroenterico e la via epatica) e lo spessore dello strato adiposo si riduce.

Crioterapia vs liposcultura


Cryolife è un’alternativa non chirurgica alla liposcultura, non danneggia la pelle ed i tessuti circostanti, non provoca dolore e non lascia cicatrici. Inoltre, non causa problemi derivanti dal riassorbimento del grasso, come accade con altre metodiche invasive effettuate con cannule. Dopo il trattamento, il cliente può tornare alle sue normali attività lavorative e sociali. Cryolife ha dimostrato di essere un metodo sicuro per il rimodellamento corporeo. È utilizzata anche come trattamento delle persone che hanno necessità di ridurre i gonfiori alle gambe, di contrastare la cellulite e di trattare manifestazioni di psoriasi, di eczema ecc…

Crioterapia, muscoli e recupero


Sono numerosi gli sportivi che si sottopongono al trattamento che costituisce un potente antinfiammatorio naturale. Uno studio, effettuato su un campione di dodici tennisti professionisti nel circuito ATP, ha confermato l’effetto antinfiammatorio e, soprattutto, la costanza della forza mantenuta tra uno sforzo e l’altro. «Si tratta di un trattamento efficace, che garantisce inoltre non solo effetti estetici ma anche effetti analgesici e antinfiammatori, sia dopo un allenamento che dopo un infortunio», spiega Nello Lorenzetti, CEO e Founder Nelfe Wellness Boutique «inoltre è utile anche a chi pratica sport a livello amatoriale.»

ll primo effetto di una seduta di Cryolife è una vasocostrizione massiva che il corpo mette in atto per difendersi dal freddo, a cui segue, nei successivi 30 minuti, una reazione di vasodilatazione (fino a 4 volte superiore a quella del normale flusso sanguigno). In questo modo, l’ossigenazione cellulare aumenta dell’80%: attraverso questo processo è possibile smaltire i radicali liberi e si facilita il recupero dal trauma subito. I benefici in ambito sportivo hanno portato la cryo terapia ad essere una trattamento molto in voga. Inoltre grazie all’aumento delle endorfine agisce anche sul tono dell’umore, con un senso finale di benessere.

Se vuoi il meglio, scegli il meglio

Il freddo ha un ottimo effetto rilassante sulla muscolatura riducendo i tempi di recupero post attività fisica. Cryolife è assolutamente consigliata per il miglioramento della performance atletica in sport di endurance. Particolarmente indicata per atleti professionisti e dilettanti.

Un potente effetto antinfiammatorio naturale, indicato in trattamento di artriti, artrosi, tendiniti, tendinopatie e altre infiammazioni croniche. A questo si somma l’effetto antidolorifico, perfetto contro dolori cronici. Mantiene le articolazioni flessibili e resistenti.

Ottimi risultati nel campo estetico dove si verifica una consistente diminuzione dell’effetto buccia d’arancia. Stimola e disintossica il metabolismo, favorendone un rispristino veloce e proattivo donando pelle più elastica grazie alla produzione di collagene. Inoltre, una seduta permette di consumare fino a 700cal.

Il freddo elimina i radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento della pelle, agendo da antirughe, antiossidante, effetto lifting, rassodante e anti macchie e discromie.

È stato studiato che va a stimolare anche il sistema endocrino e nervoso agendo sulle interleuchine e le citochine. Aumenta l’ossigenazione del cervello favorendo la memoria e riequilibrando il sonno ed il bioritmo favorendo la diminuzione dello stress.

Aumenta l‘ossigenazione del sangue, risulta efficace nella prevenzione e cura delle sindromi stenocardiache e anginose, previene e riduce le extrasistoli, riduce la pressione sanguigna.